Solo Torino resiste a Cantù È rimasta l’unica a -2
La festa dei canturini dopo il successo con Udine (Foto by Butti)

Solo Torino resiste a Cantù
È rimasta l’unica a -2

Alle spalle della capolista e dell’inseguitrice, in A2 c’è un’ammucchiata

Una sola squadra alle spalle di Cantù, capolista a 16 punti: mucchio selvaggio a quota 12, a -4 dalla S.Bernardo Cinelandia Park. La nona giornata ha ulteriormente spaccato in due la classifica del girone Verde di A2, con un gruppo sempre più ampio di squadre che corrono.

La sconfitta di Udine a Desio ha provocato un effetto-domino. Al secondo posto, a 14 punti, ora c’è solo Torino che è andata a vincere a Mantova: crisi senza fine per i virgiliani, cominciata a Desio, quinta vittoria consecutiva per i piemontesi. Ma è a 12 che c’è la grande ammucchiata –quattro squadre appaiate -, complice anche il rinvio programmato di Pistoia-Capo d’Orlando. Il colpo di giornata è della Jb Monferrato, che ha superato Treviglio 88-85: la quinta vittoria in fila per la squadra di Casale interrompe la striscia utile dei bergamaschi.

La cerniera tra parte alta e parte bassa è l’Ucc Piacenza che, dopo aver battuto Cantù in casa, è andata a vincere a Orzinuovi 83-82: crisi senza fine per i bresciani di coach Bulleri, sempre a quota zero in classifica, in compagnia di Biella sconfitta dall’altra Piacenza, la Bakery.

Tre squadre a quota 8 (Urania Milano, Trapani e Mantova), Bakery a 6, chiudono Orzinuovi e Biella. E proprio Biella, domenica alle 18, ospiterà Cantù nel classico testacoda di giornata, con i brianzoli che tenteranno di recuperare per la sfida anche Severini, assente nelle ultime tre sfide.


© RIPRODUZIONE RISERVATA