Speciale calcio dilettanti   Pontelambrese, grande rilancio
Mister Fabio Corti (Pontelambrese) passeggia davanti alla sua panchina

Speciale calcio dilettanti

Pontelambrese, grande rilancio

Oggi su La Provincia una pagina speciale con commenti, interviste, classifiche marcatori e Top 11

Spetta alla Pontelambrese la copertina dell’ultimo turno dei campionati di calcio dilettanti. La formazione erbese è infatti andata a vincere con un perentorio 3-0 il big match di giornata in casa della Vibe Ronchese. Un successo che ha permesso alla squadra di Fabio Corti di scavalcare i diretti avversari al secondo posto della classifica di Promozione (girone B) e di avvicinarsi alla vetta. Questo grazie anche al contemporaneo tonfo della capolista Di Po Vimercatese; la squadra allenata dal comasco Alessandro Gini è infatti incappata in un brusco stop (4-0 in casa del Villa), ritrovandosi alle spalle la rilanciata Pontelambrese, ora a -2.

Una Pontelambrese che con quello di ieri ha portato a 10 la serie di risultati utili consecutivi, frutto 5 vittorie e altrettanti pareggi. «Stiamo attraversando un momento molto positivo e non è un caso se ci ritroviamo in questa posizione», commenta mister Corti, che poi entra nello specifico: «Credo sia merito anche del cambio di modulo. Il l 4-4-2, rispetto al 3-4-3, ci sta dando più ampiezza di manovra a centrocampo, e più pericolosità in attacco».

Altro punto di forza è la difesa, di gran lunga la migliore del campionato con sole 12 reti subite: «Alleniamo molto la linea difensiva - sottolinea Corti – e sono soddisfatto perché spesso formata da giovani e non ad esempio da centrali navigati come in tutte le altre squadre». Cazzaniga (’98), Mengoni (‘99) e Mondella (’99) scesi in campo domenica lo dimostrano.

Alessandro Rigamonti da elogiare.

«Ma è tutto il gruppo che sta facendo bene. Se poi devo fare una menzione particolare, in un questo momento è per Alessandro Rigamonti che anche domenica entrando dalla panchina è andato in gol». Un po’ di rammarico per i punti lasciati nei pareggi contro le avversarie di bassa classifica? «Altroché! – rimarca l’allenatore - Purtroppo contro avversarie sulla carta più abbordabili non mettiamo la giusta attenzione mentale». Aspetto questo da migliore, assolutamente, per puntare al primato: «Il nostro obiettivo primario sono i playoff – conclude un Corti in basso profilo - Di certo noi lavoreremo al massimo e ce la metteremo tutta per fare del nostro meglio. Ma non sarà facile. Credo comunque che saranno decisive le prossime gare da qui a marzo».

Sul giornale altri commenti sulla Pontelambrese e interviste a due giocatori ex infortunati che hanno segnato: Simone Righetto (Real S. Fermo) e Andrea Meroni (Cavallasca).


© RIPRODUZIONE RISERVATA