Spreafico via da Lucca  «Ragioni tecniche e personali»
Laura Spreafico (Foto by Simone Clerici)

Spreafico via da Lucca

«Ragioni tecniche e personali»

«In questa occasione ho dovuto guardare prima di tutto a me stessa. Dopo che si è fatta avanti Costa Masnaga»

Preceduta da una nota dell’agenzia della giocatrice, Laura Spreafico prende la parola per la prima volta a distanza di un mese dal burrascoso addio a Lucca, e all’indomani del suo trasferimento a Costa Masnaga sempre in serie A1.

«A Lucca - spiega la 29enne di Asso - c’erano dei problemi dal punto di vista tecnico con l’allenatore, che si sono sommati a delle ragioni personali serie. Motivi di salute, non legati al Covid, mi hanno portata a prendere una decisione così difficile. In questa occasione ho dovuto guardare prima di tutto a me stessa. Dopo che si è fatta avanti Costa Masnaga, per concludere il passaggio da Lucca mi sono ridotta decisamente il compenso (il procuratore specifica che l’atleta ha rinunciato a emolumenti restanti per la stagione pari all’82%, e che Lucca è stata indennizzata da Costa con una somma cospicua equivalente al 52% di quanto la giocatrice avrebbe percepito per l’intera stagione in Toscana e all’88% di quanto speso da Lucca per tesserare e retribuire l’atleta; va anche sottolineato il risparmio di Costa sotto l’aspetto logistico della giocatrice che abita a poca distanza, ndr).

Ora come ora però - aggiunge Spreafico - quello economico è l’ultimo dei miei pensieri: la priorità è la salute, ritrovare il mio equilibrio, e allenarmi vicino a casa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA