Tecnoteam, l’addio di Citterio «Difficile giocare e lavorare»
Giulia Citterio (Tecnoteam Albesevolley) (Foto by Cusa)

Tecnoteam, l’addio di Citterio
«Difficile giocare e lavorare»

La capitana di Albesevolley lascia dopo quattro stagioni

Con la maglia dell’Alba ha giocato nel corso delle ultime quattro stagioni. Un’esperienza significativa, dunque, quella fatta da Giulia Citterio che, a 27 anni, ha deciso di abbandonare la squadra – e gli impegni di una categoria, la B1, tutt’altro che semplice da conciliare con una vita normale tra casa e lavoro – per pensare in primis al suo futuro professionale.

«Arrivata a 27 anni – dice lei stessa – ho bisogno di dare prevalenza al mio lavoro. Cercherò quindi qualcosa maggiormente alla portata degli impegni, numerosi, che ho».

Lungi dal volere abbandonare la pallavolo, per Citterio si tratta di una vera e propria scelta di vita: «Non smetterò di giocare. Almeno per un altro annetto vorrei proseguire», prosegue. Dove lo farà è difficile a dirsi; di certo non sarà ad Albese con Cassano, tantomeno in una società di B1.

Meglio scendere di categoria, così da conciliare il piacere dello sport con tutto il resto. Nei quattro anni passati alla Tecnoteam, Citterio ha visto passare decine di compagne e tre differenti tecnici. «Ho cambiato tre allenatori e tutti mi hanno insegnato tanto. Così è stato anche con le compagne, alcune delle quali sono state promosse in A2. Sono felice di essere stata in qualche modo utile anche a loro», prosegue.


© RIPRODUZIONE RISERVATA