Tecnoteam, presidente teso  «Abbiamo perso l’umiltà»
La Tecnoteam vuole tornare a sorridere (Foto by Fabrizio Cusa)

Tecnoteam, presidente teso

«Abbiamo perso l’umiltà»

Crimella interviene dopo la sconfitta con Cremona che ha fatto perdere alla squadra la testa del campionato di serie B1

«Penso ci sia bisogno di un bagno d’umiltà». Dopo la sconfitta, bruciante, rimediata sabato sera a Cremona, il presidente della Tecnoteam Graziano Crimella chiede alle sue ragazze maggior concentrazione. Rimaste per una sola giornata alla testa della classifica del girone A di Serie B1, le giocatrici di coach Cristiano Mucciolo sono cadute, fragorosamente, contro l’Esperia, formazione sì di livello, ma non tanto irresistibile da affibbiare un 3-1 all’armata allestita in estate da Albesevolley.

Così, però, è stato, con la compagine comasca che ora guarda la Picco Lecco a 26 punti, a +3 dunque proprio da Albese con Cassano, oggi seconda in solitaria. Da un lato, Crimella fa un plauso alla squadra avversaria: «Mi aspettavo una buona squadra, ma non ai livelli visti sabato sera», racconta. Dall’altra, però, il patron della Tecnoteam non nasconde i demeriti della sua formazione: «Dobbiamo renderci conto – dice - che da primi in classifica tutti giocheranno con il coltello tra i denti. Quella di Cremona è una sconfitta che brucia. Siamo stati massacrati: sembravano loro la capolista». L’Esperia ha giocato a mille contro una compagine non sufficientemente famelica di risultato: «Ci hanno sovrastato dal punto di vista tecnico tattico. La loro foga e la loro determinazione a noi è mancata completamente», ammette. Non ci sono processi sommari da fare, bensì ricette da cui ripartire. Per Crimella bisogna «fare tesoro di questa sconfitta» e lavorare sull’approccio alle future partite delle giocatrici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA