Tecnoteam, sei bellissima Festa per la prima vittoria
L’esultanza delle giocatrici della Tecnoteam (Foto by Cusa)

Tecnoteam, sei bellissima
Festa per la prima vittoria

Storico risultato per la squadra di Albese, che si sblocca alla seconda gara di A2 della storia

Con un 3-0 mai effettivamente in discussione, la Tecnoteam ottiene i primi tre punti del campionato 2021-2022, il primo in serie A2.

È sicuramente un bel colpo d’occhio quello che accoglie le ragazze di coach Cristiano Mucciolo all’ingresso in campo.

Tifosi

Una tribuna, quella che si apre alle spalle dell’accesso al PalaFrancescucci, piena quasi in ogni ordine di posto, con striscioni e trombette ad alzare il clima in un ambiente caldo fin dalle prime battute del match. Sugli spalti c’è il sindaco del paese, Carlo Ballabio, con quasi tutta la sua giunta al seguito; poco dopo arriva l’ex assessore comasco Marco Galli, che tanto s’era speso per consentire alla squadra di Albese con Cassano di trovare casa a Casnate con Bernate e, all’inizio del terzo set, perfino il suo successore Paolo Annoni, che ne ha recentemente preso il posto a Palazzo Cernezzi.

Accanto al libero De Nardi, il primo sestetto è composto da Veneriano, Cialfi, Gallizioli, Zanotto, Oikonomidou e Pinto. L’inizio è subito di marca Tecnoteam (4-1), con le ospiti capaci di portarsi avanti (7-8) e Albese Volley Como a ribaltare il quadro (15-13). Sul 18-14 il Club Italia è costretto a fermare il tempo: non sarà sufficiente e la squadra di casa chiude il primo set 25-19.

Nel secondo set le ospiti partono subito forte (0-3, 8-11). L’inversione dei ruoli arriva sul 12-11, con il time-out che inizialmente non sortisce l’effetto atteso (15-11) e quello successivo, invece, ad aprire le porte dapprima al 15 pari e al successivo sorpasso (15-17). Controsorpasso Tecnoteam sul 18-17, che prova ad affondare il colpo, riuscendoci: il 2-0, infatti, arriva sul 25-22.

Finale

La terza frazione si apre con Albese Volley Como che scappa subito in avanti, scavando un solco davvero difficile da colmare (11-2); il muro del 16-7 dà l’immagine, plastica, del momento della Tecnoteam, che pare non voler concedere spazi alle avversarie.

Il finale ricalca quanto visto in precedenza e, nonostante il tentativo del Club Italia di rosicchiare qualche punto, la gara si chiude sul 3-0 con il parziale conclusivo di 25-13.


© RIPRODUZIONE RISERVATA