Tecnoteam, un nuovo stop       Niente sfida con Vicenza
Chiara Pinto, uscita dalla panchina, è stata strepitosa (Foto by Cusa)

Tecnoteam, un nuovo stop
Niente sfida con Vicenza

Troppi i casi di Covid tra le venete e sabato non si gioca. Ma Mucciolo si gode il momento

Non appena ritrovato il ritmo, ecco un nuovo stop. In un campionato nel quale «sarà difficile trovare qualità ed energie per mettere in campo sempre una buona prestazione» - così si era espresso sul tema coach Cristiano Mucciolo - la Tecnoteam che ha espugnato nell’ultimo turno del girone B di serie A2 il palazzetto di Montecchio Maggiore dovrà nuovamente fermarsi.

La Lega Pallavolo Serie A, infatti, ha comunicato proprio ieri lo spostamento a data da destinarsi di Tecnoteam-Anthea Vicenza, gara originariamente in programma sabato a Casnate con Bernate. A causarlo, il contagio interno al gruppo-squadra delle avversarie vicentine.

Tornando al match contro Montecchio, l’1-3 rifilato all’Ipag Sorelle Ramonda è un risultato che lascia davvero ben sperare, con l’attuale quinta posizione a inserire Albese con Cassano tra le formazioni più temibili del torneo e la sensazione che, al di là dei propositi di salvezza, l’organico allestito in estate dal presidente Graziano Crimella sia più che ben allestito per le mere necessità di una matricola.

«Quelli di Montecchio – continua Mucciolo - sono tre punti importanti. Questo è un campionato molto complicato perché ogni gara si deve giocare alla morte e il Covid, che sta colpendo un po’ tutte le squadre, lo renderà ancora più instabile. Ritengo sarà per tutti complesso trovare le condizioni giuste per raggiungere buone prestazioni: noi l’abbiamo fatto e di questo sono molto orgoglioso. Faccio i complimenti a tutte le ragazze: sono molto felice che in un momento di difficoltà siano riuscite a tirar fuori una prestazione così gagliarda. Abbiamo dimostrato di essere una squadra rognosa».

Così come fatto a caldo dalle compagne di squadra, anche Mucciolo torna sulla prestazione di due giocatrici, Chiara Pinto e Irene Baldi, che, entrate in campo dalla panchina, sono state capaci di dare nel quarto set la spinta necessaria per invertire un parziale che sembrava segnato a favore di Montecchio. A loro due, i complimenti del tecnico, pronto a elogiarne pubblicamente la grinta e la combattività.

«Tre punti straordinari, tre punti che valgono doppio perché le nostre energie sono in fase di ricarica. Strepitose, peraltro, le ragazze della panchina, Chiara e Irene: voglio spezzare una lancia per loro due in maniera particolare. Nel quarto set, quando eravamo un po’ alla canna del gas, ci hanno dato quella vivacità e quella energia che ci hanno permesso di portare a casa un risultato davvero importante», conclude Mucciolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA