Un argento mondiale  al collo di Puppi
I comaschi Fabio Ruga e Francesco Puppi, entrambi seduti, con gli altri azzurri

Un argento mondiale

al collo di Puppi

Il comasco grande protagonista in Argentina nella prova iridata sulle lunghe distanze. Oltre al 2° posto individuale, Francesco è 3° a squadre con l’altro lariano Fabio Ruga.

Francesco Puppi è vice campione del mondo di corsa in montagna lunghe distanze. Il guanzatese (22 anni) ha messo al collo, assieme all’altro comasco Fabio Ruga e ai compagni Rambaldini, Cagnati e Bacchion anche il bronzo nella prova a squadre, nell’iridato disputato a Villa La Angostura, nell’estremo sud dell’Argentina.

Il guanzatese è stato a un soffio dal bissare l’oro intascato nel 2017 a Premana. Il primo posto è stato un discorso a due tra il comasco e lo statunitense Jim Walmsley che alla fine si è imposto con un vantaggio di pochissimi secondi. Staccato di oltre 7 minuti, il terzo, lo spagnolo  Oriol Cardona.

Nel finale Puppi tenta il tutto per tutto e aggancia il rivale a stelle e strisce sulla seconda e ultima salita. Walmsley però invece di crollare, anche psicologicamente, reagisce e trova la forza di staccare nuovamente il comasco nella discesa finale. Questa volta non si lascerà più riprendere e taglierà il traguardo a mani alzate, festeggiando il titolo mondiale. Anche se con un margine estremamente ridotto, soprattutto alla luce dei 41,5 chilometri percorsi.

La felicità è raddoppiata poi grazie alla seconda medaglia:il bronzo nella classifica a squadre. Una doppietta che lancia il comasco sempre di più nell’olimpo della corsa in montagna. Il bronzo ripaga anche Ruga (che ha chiuso in trentesima posizione) dei sacrifici e degli allenamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA