Un tris di vittorie? Dai si può fare  Cantù vuol prendersi anche Reggio
Tony Mitchella al tiro: l’ala americana è una delle bocche da fuoco della Red October (Foto by foto butti)

Un tris di vittorie? Dai si può fare

Cantù vuol prendersi anche Reggio

Alle 17 al PalaBancoDesio la Red October affronta una squadra in difficoltà.

Fiducia, entusiasmo, vento in poppa: la Red October Cantù è pronta per affrontare, oggi alle 17 al PalaBancoDesio, la Grissin Bon Reggio Emilia. E non ha certo voglia di fermarsi, perché la sorprendente formazione di coach Pashutin arriva da due successi convincenti contro Trento e Cremona corredati da statistiche individuali e di squadra da far strabuzzare gli occhi.

Ora si punta ad affondare il colpo contro una formazione, Reggio Emilia, che invece sembra attraversare un momento di marasma, magari contando su qualche presenza in più al palazzetto dopo i due successi in serie.

Evgeny Pashutin sa che le insidie sono comunque notevoli, nonostante il momento-no di Reggio: «Dovremo farci trovare pronti a contrastare fin da subito i loro contropiedi, limitandoli il più possibile. Ledo è il loro metronomo, colui che gestisce il ritmo della partita per Reggio, mentre Butterfield è una guardia veloce e molto precisa al tiro. Questi sono i giocatori sui quali dovremo difendere ancor più forte, se vogliamo abbassare l’intensità del loro gioco. Potrà sembrare scontato ma ai nostri avversari non dovremo concedere punti facili, questo è fondamentale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA