Una domenica speciale  per i fratelli Iovine
Alessio Iovine, 28 anni, comasco di Bregnano (Foto by foto Cusa)

Una domenica speciale

per i fratelli Iovine

Mattia non si perde una partita del Como ed era anche a Olbia ad applaudire in curva il gol realizzato da Alessio.

La storia è proprio bella. Ed è curioso che si dovesse arrivare fino in Sardegna, quando si è nati e cresciuti a Bregnano e lo stadio Sinigaglia è da tutta la vita un riferimento fisso, perché i fratelli Iovine vivessero una domenica così.

Alessio in campo e Mattia come sempre in curva, perché è un grande tifoso del Como. «Sì, mio fratello si fa quasi tutte le trasferte, ma da sempre non perché adesso nel Como gioco io. Siamo tifosi tutti e due, il Como è la nostra squadra da quando siamo ragazzini. Lui ha cominciato a venire al Sinigaglia quando io giocavo nel Como da piccolo, e ha continuato sempre, D compresa, sempre in curva».

Alessio Iovine domenica dopo pochi minuti ha segnato sul campo dell’Olbia. Il suo primo gol nel Como, che come dice lui «è il posto dove ho sempre voluto essere». Ed è stato un gol speciale, «ho segnato proprio sotto la curva dei nostri tifosi, mi sono trovato lì a festeggiare con loro, e con loro c’era anche mio fratello, è stato bellissimo e strano, veramente una grande emozione».

Intanto, c’è la soddisfazione di essere il primo centrocampista del Como ad aver segnato in campionato. E non è stato un caso, perché altre volte ci aveva già provato. «E vedrete, con il nostro modo di giocare alla fine ci sarà una bella cifra di gol dei centrocampisti nelle statistiche». Per la gioia di Mattia e di tutti i suoi amici in curva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA