Unanimità per Messora «Ridare lustro alla bici»
Un momento dell’assemblea provinciale al Museo del Ghisallo

Unanimità per Messora
«Ridare lustro alla bici»

Nuovo presidente per il Comitato provinciale e subito completato l’organico del consiglio direttivo. «Ci auguriamo di poter continuare a organizzare gare».

Se l’obiettivo di tutti i presenti era quello di ripartire dopo un anno difficile in ogni senso, e dunque anche per il ciclismo comasco, l’assemblea provinciale di FederCiclismo che ha eletto senza alcuna defezione a presidente Arif Messora non poteva che celebrarsi nel Museo del ciclismo di Magreglio, a due passi da quel Santuario della Vergine che, proprio sullo scollinamento del Ghisallo, accoglie da sempre con le sue campane a festa qualsiasi gara ciclistica passi sulla strada accanto.

Lì, tra i ricordi più cari del pedale nazionale e all’interno dello spazio che ha in Fiorenzo Magni il suo assoluto protagonista, s’è rinnovato il comitato chiamato a gestire il ciclismo di Como nel quadriennio olimpico 2021-2024.

Oltre a Messora, votato all’unanimità dei presenti (22 le società sedute in platea; molte, però, quelle che non hanno partecipato all’appuntamento), a completare il direttivo saranno il vicepresidente uscente Christian Rigamonti (18 preferenze), Pierangelo Ravizzini (9), Fabio Somaschini (9) e Francesco Antognazza (8).

«Per il 2021 – ha detto Messora – ci auguriamo che si possa continuare a organizzare manifestazioni come fatto nella seconda parte di quest’anno. Il nostro primo obiettivo sarà ridare impulso all’attività giovanile, su strada e non. L’auspicio di tutti noi è che si possa ridare lustro al ciclismo, il cui ruolo sociale sarà ancora più importante che negli anni passati».

Sulla Provincia di domenica l’articolo completo


© RIPRODUZIONE RISERVATA