UnipolSai, nessuna sorpresa Supera anche Santo Stefano
Alessandro Nava in azione

UnipolSai, nessuna sorpresa
Supera anche Santo Stefano

Bel successo casalingo per la Briantea84, con la partita mai in discussione

Nessuna sorpresa. Come da pronostici è la UnipolSai a mettere le mani sulla 6^ giornata di ritorno: Santo Stefano non passa al Palasport di Seveso, costretta a cedere agli uomini di coach Marco Bergna per 76-36.

Leader di match un concreto Brian Bell in doppia doppia: 21 punti e 13 rimbalzi per lo statunitense, seguito da Jordi Ruiz e Filippo Carossino a quota 11 ma con 3 falli già dal primo quarto ad appesantire la sua prestazione. La vittoria del Santa Lucia Roma su Giulianova (64-55) - il vero match bollente di giornata - consegna ai brianzoli il controllo solitario della seconda posizione in classifica (26 punti), sempre a due lunghezze da Roma.

Dal campo agli spalti, a Seveso lo spettacolo è ovunque: a colorare la curva il team di “IO Tifo Positivo”, gli alunni della Scuola Primaria di Mirabello e i giovani del Gruppo Sportivo Montesolaro. Un tifo che, oggi, diventa internazionale: nell’ambito del progetto scuole “Be Inspired” sono stati avvicinati al basket in carrozzina anche gli alunni dell’International School of Como, che il mese scorso hanno incontrato in aula il capitano inglese Ian Sagar e il connazionale Abdi Jama.

«Adesso la testa è sulla Coppa Campioni – ha commentato il capitano della UnipolSai Ian Sagar -, ci aspettano le più forti squadre d’Europa. Il Galatasaray ha una storia importante e tanti trofei in bacheca: ma noi siamo la UnipolSai e non dobbiamo avere paura di nessuno. Credo che da ogni partita ci sia qualcosa da imparare: bisogna aggiustare gli errori e mettere in pratica ogni giorno quello che si può migliorare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA