Vucinic: «Non alzeremo   bandiera bianca facilmente»
Nenad Vucinic, serbo

Vucinic: «Non alzeremo

bandiera bianca facilmente»

Avellino domani a Desio contro Cantù: il coach della Sidigas arriva con un roster cortissimo.

Nenad Vuceviv, 53enne allenatore di Belgrado che domani sera guiderà Avellino a Desio contro Cantù fa il punto della situazione. «Non abbiamo ancora i risultati della visita specialistica sostenuta giovedì da Matt Costello - queste le sue parole - e aspettiamo di capire se debba sottoporsi a intervento chirurgico oppure no; Nichols ha subìto una distorsione della caviglia: al momento è ancora troppo gonfia e in questa situazione è impossibile valutare l’entità dell’infortunio; Green non si è ancora aggregato in squadra e non parte con noi per le due imminenti sfide; speriamo che Ndiaye ritorni presto in gruppo. Partiremo con otto giocatori, e con Sabatino, Guariglia e Idrissou a darci una mano dalla panchina».

Quanto al match vero e proprio con l’Acqua San Bernardo ecco le sue considerazioni: «A nessuno piace perdere e infatti faremo tutto ciò che ci è possibile per conquistare il successo e non alzeremo bandiera bianca facilmente. La nostra sfida adesso è quella di restare uniti e mantenere la giusta chimica di squadra per essere al massimo quando i nostri infortunati recupereranno e per integrare un eventuale innesto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA