Zanotto: «Tecnoteam, abbiamo dimostrato di essere squadra»
Carlotta Zanotto (Tecnoteam Albesevolley) (Foto by Cusa)

Zanotto: «Tecnoteam, abbiamo
dimostrato di essere squadra»

La schiacciatrice di Albesevolley: «Ad Alseno abbiamo vinto con il cuore»

In un «campo non facile», la Tecnoteam ha strappato i primi tre punti del girone di ritorno.

Merito di una gara tutta «cuore», giocata con l’ambizione di non perdere neppure un metro rispetto alla capolista Lecco, vera e propria avversaria da battere di qui a fine torneo.

Il girone A di Serie B1, del resto, è lungo. Di qui a maggio, partita dopo partita, Albesevolley proverà a rosicchiare quei tre punti che, a oggi, la separano dalla capolista Lecco.

Il primo passo, quello di sabato sera ad Alseno, è stato fatto. «Abbiamo dimostrato – dice Carlotta Zanotto, schiacciatrice numero 10 – di avere tanto cuore e carattere. Quella di sabato è stata una partita di squadra: anche quando ci hanno messo sotto siamo state brave a reagire e ad andare a riprenderle. Sono contentissima della mia squadra».

Al secondo posto con 31 punti, a -3 dalla Picco (34), la Tecnoteam ha aperto come meglio non si poteva il ritorno, andando a espugnare un campo complesso come quello piacentino e, così facendo, rilanciando il guanto della sfida all’altra lariana iscritta al campionato. A metà del torneo, la sfida per la promozione diretta in A2 sembra limitata a queste due compagini, con le inseguitrici a giocarsi il terzo posto che, assieme al secondo, vale l’accesso ai playoff.

Sabato, e non è un caso, Albesevolley ha giocato a viso aperto in trasferta contro la Conad, trovando il guizzo giusto per chiudere il match prima che le avversarie potessero in qualche modo riprenderlo in mano.

«Sapevamo che, fuori casa, sarebbe stata una partita difficile. Loro sono state brave; noi, evidentemente, di più. Sono contentissima», chiude Beatrice Badini, centrale della squadra di coach Cristiano Mucciolo.

Archiviato il successo, è già tempo di pensare al prossimo impegno. Sabato prossimo l’avversario di giornata sarà la Lilliput, formazione che dopo qualche passo falso intende riprendersi le parti alte della classifica.

Uno scontro d’alta classifica che, in caso di vittoria, riporterebbe le piemontesi in corsa per i playoff. Vincere, per Albese con Cassano, è un obbligo. Perdere punti preziosi, a questo punto della stagione, sarebbe un lusso che è bene non prendersi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA