Venerdì 01 Febbraio 2013

Stato-mafia: Brusca, dico la verita'

(ANSA) - PALERMO, 1 FEB - Nega di aver ritrovato la memoria su particolari mai svelati prima per salvarsi dall'indagine per riciclaggio in cui e' stato coinvolto nel 2010 e definisce il boss Toto' Riina il suo ''maestro d'arte''. Comincia cosi', nel bunker del carcere di Rebibbia, la deposizione del pentito Giovanni Brusca all'udienza preliminare sulla trattativa Stato-mafia. Brusca, che e' uno dei 10 imputati, e' stato citato dal gup che ha disposto integrazioni probatorie.

SR

© riproduzione riservata