(ANSA) - TORINO, 12 MAG - Il caso Eternit torna in tribunale.E questa volta l'accusa è da ergastolo: omicidio volontarioaggravato di 258 persone. Si apre a Torino l'udienza preliminaredell'inchiesta Eternit bis. Imputato l'imprenditore svizzeroStephan Schmidheiny. "Speriamo che questa volta giustizia ediritto coincidano", sostiene il sindaco di Casale, TittiPalazzetti. La difesa punta sul 'ne bis in idem': i fatti -dicono i legali - sono gli stessi del processo precedente,conclusosi con la prescrizione.