Martedì 28 Maggio 2013

Boston: Kadyrov, Tsarnaev delinquenti

(ANSA) - MOSCA, 28 MAG - Il ceceno Ibragim Todashev era un ''bravo ragazzo'' e la sua uccisione il 22 maggio negli Stati Uniti durante un interrogatorio legato all'attentato nella maratona di Boston e' stata 'una rappresaglia' da parte dell'Fbi. Lo sostiene Ramzan Kadyrov, il discusso leader ceceno che ieri a Grozny ha ribadito invece la sua condanna per i due fratelli Tsarnaev: 'Ho parlato con chi li conosceva, e sono persone capaci di commettere reati', ha detto. 'Ma era possibile fermarli e portarli a processo'.

© riproduzione riservata