Depardieu, l'informazione è pornografia

Depardieu, l'informazione è pornografia

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Non ha deluso le attese Gerard Depardieu oggi a Roma alla Feltrinelli in Galleria Alberto Sordi per presentare il suo libro 'Innocente' (Edizioni Clichy). L'incontro con il pubblico è diventato un trascinante 'j'accuse' nel quale, in un personalissimo italiano francesizzato, l'attore ha sparato a zero sulla stampa ("l'informazione è pornografia"),sui politici (tutti, bugiardi'', ''ma fanno tanto sesso''), il cinema (''non esiste più'') e Daesh (''è cattivo e ignorante''). Il suo "Innocente", ha spiegato in una saletta stracolma di gente, ''vuole essere soprattutto una denuncia contro l'informazione, che è diventata tutta pornografia, e contro i giornalisti. Io mi rivolto contro l'aggressività dei media. Chi fa informazione in questo tempo reale del web, fa merda. Non si cerca la verità, ma si macinano continuamente i temi più diversi, puntando solo sugli elementi sensazionalistici. Buttate i telefoni e ascoltate la vita''.


© RIPRODUZIONE RISERVATA