La Traviata glamour di Valentino-Coppola

(ANSA) - ROMA, 22 MAG - La scena è quasi essenziale, a parte il tocco brillante dell'oro degli stucchi ma quando dalla grande scala bianca scende Violetta, il Teatro dell'Opera di Roma si riempie dell'incanto delle fiabe e anche Giuseppe Verdi sarebbe rimasto a bocca aperta. La platea di stelle del cinema che è scesa da Cannes per l'occasione, non può che applaudire quell'incanto di nero con ampio scollo e lunghissima coda verde petrolio che anima il ballo del primo atto. Valentino Garavani ha creato gli abiti di questa Violetta che è l'incarnazione di un tragico sogno. Lo ha capito la regista Sofia Coppola alla sua prima prova con la lirica a cui dona un tocco molto newyorkese di eleganza, certo apprezzato da papà Francis Ford in platea. Portando gli interpreti, la bella e brava Francesca Dotto e Antonio Poli ad una recitazione cinematografica nelle scene di Nathan Crowley, già scenografo di Batman Begins. Non da meno Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, nel creare i costumi di Flora e del coro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA