M5S: Pd attacca Di Maio su rimborsopoli Strasburgo

M5S: Pd attacca Di Maio su "rimborsopoli" Strasburgo

Il Pd attacca il M5s su un caso di rimborsi europei che sarebbero stati usati da Cristina Belotti, responsabile della comunicazione del gruppo a Strasburgo, per la campagna elettorale di Luigi Di Maio in Italia.

ROMA - Il Pd attacca il M5s su un caso di rimborsi europei che sarebbero stati usati da Cristina Belotti, responsabile della comunicazione del gruppo Cinque stelle a Strasburgo, per seguire invece la campagna elettorale di Luigi Di Maio in Italia. La notizia apparsa su 'Repubblica' ha già scatenato un fuoco di fila da parte dei dem che chiedono le dimissioni del leader grillino.

 

"Aspettiamo di conoscere le risposte grilline, ma soprattutto aspettiamo di vedere cosa fa Luigi Di Maio. Gli segnaliamo, nel frattempo, che in Francia nei mesi scorsi, per una vicenda simile si dimisero tre ministri dell'attuale governo", commenta il senatore dem Stefano Esposito. Mentre il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi scrive ironicamente su Facebook: "Ecco la svolta 'europeista' di Di Maio: far pagare a Bruxelles con i soldi dei cittadini la sua collaboratrice per la comunicazione. Cristina Belotti prende stipendio, rimborsi e diaria per lavorare all'attività Ue, ma in realtà risulterebbe essere spesso in Italia a fare campagna elettorale, come ha svelato un'inchiesta interna a Strasburgo".


© RIPRODUZIONE RISERVATA