Mercoledì 22 Maggio 2013

Mafia: mani boss sulla metanizzazione

(ANSA) - PALERMO, 22 MAG - Le mani dei boss sugli appalti per la metanizzazione in Sicilia. La Guardia di finanza di Palermo ha sequestrato un patrimonio del valore di 48 milioni. Le indagini, che vedono al centro la Gas spa, hanno fatto emergere infiltrazioni di boss, fra cui Bernardo Provenzano, Leoluca Bagarella e Matteo Messina Denaro, negli affari delle societa' fra gli anni '80 e '90, affari che godevano di protezioni mafiose e politiche, in particolare dell'ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino.

© riproduzione riservata