(ANSA) - LECCE, 11 AGO - Lorenzo Toma, il 18enne morto domenica mattina davanti alla discoteca Guendalina a SantaCesarea Terme (Lecce), era affetto da cardiomiopatiaipertrofica, che può causare anche morte improvvisa. Lo hariferito il medico legale Alberto Tortorella al terminedell'autopsia all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, presente ilcardiologo Claudio Perrone, consulente della famiglia Toma. Lacardiomiopatia ipertrofica si manifesta sin da piccoli e tra irischi da evitare c'è quello di bere alcolici.