Martedì 06 Agosto 2013

Usa: strage Fort Hood, al via processo

link

(ANSA) - NEW YORK, 6 AGO - ''La guerra é una brutta cosa''. Sono le parole pronunciate da Nidal Hasan, l'ufficiale medico americano di fede musulmana accusato della strage di Fort Hood nel 2009 dove rimasero uccisi 13 soldati e altri 32 furono feriti, all'apertura del processo che lo riguarda: processo in cui si difende da solo. Hasan ha detto d'aver sparato per cercare di fermare quella che ha definito la guerra degli Usa alla religione islamica. Se ritenuto colpevole Hasan rischia di essere condannato a morte.

© riproduzione riservata