Sabato 07 Novembre 2009

G20/ Brown: no a autocompiacimento, è nemico della ripresa

St Andrews (Scozia), 7 nov. (Apcom) - Per il premier britannico Gordon Brown le grandi economie del mondo devono portare avanti gli sforzi per la ripresa economica, senza accontentarsi dei segnali positivi che stanno emergendo. "La nostra risposta vigorosa, collettiva e non convenzionale, attraverso il forum del G20, ha aiutato a ripristinare un certo grado di fiducia", ha spiegato, intervenendo al G20 finanziario di St Andrews, in Scozia, sua terra natale. "Ma questo non deve portare all'autocompiacimento ora o in futuro. L'autocompiacimento è il nemico della ripresa". "Nella maggior parte delle nostre economie - ha aggiunto - la domanda attualmente viene sostenuta in larga parte da misure eccezionali. Una ripresa globale in grado di reggersi sulle sue gambe è in bilico e il futuro non è ancora sicuro. Invero, per tutto quello che è stato realizzato, credo che siamo solo a metà strada nel far fronte alle cause della crisi". Per il premier britannico l'obiettivo della riunione di oggi è "portare vita nella cornice di Pittsburgh" sulla crescita. "Oggi possiamo porre le basi per una nuova governance globale che sia rappresentata dal G20 e iniziare a realizzare il piano per la crescita sul quale ci siamo messi d'accordo". Per questo "dobbiamo attenersi alle politiche che hanno contribuito a stabilizzare le nostre economie quest'anno e che stanno sostenendo la ripresa. Mentre le recenti indicazioni di espansione economica danno motivi per un cauto ottimismo, non sono un motivo per terminare gli stimoli economici in modo prematuro".

Mar

© riproduzione riservata