Sabato 07 Novembre 2009

Medicina/ Gb, medici propongono analisi dna per morti improvvise

Roma, 7 nov. (Apcom) - Alcuni medici britannici hanno proposto il prelievo obbligatorio dei tessuti delle vittime giovani della "morte improvvisa per crisi cardiaca" (Scd) per condurre dei test genetici che aiutino a chiarire la causa della patologia, anche senza il consenso dei familiari. Come riporta il sito della Bbc, l'Authority britannica per gli esami del dna pur difendendo il diritto degli esperti a proporre delle modifiche alle procedure in vigore ha definito "allarmante" l'appello ai medici legali perché contravvengano alla legge vigente, che prescrive la necessità del consenso dei familiari delle vittime. Le vittime della Scd - che colpisce persone apparentemente in salute e senza alcuna patologia evidente - sotto i 35 anni sono circa 800 l'anno: la causa è sconosciuta, sebbene alcuni fattori ereditari di rischio riguardano l'attività elettrica del cuore o delle malattie delle fibre muscolari cardiache. Secondo i medici l'esame dei tessuti e l'analisi del dna potrebbero quanto meno evidenziare delle patologie ereditarie riducendo il rischio nella famiglia della vittima.

Mgi

© riproduzione riservata