Sabato 07 Novembre 2009

Nuova influenza/ Min.Salute: più diffusa in Campania e Lombardia

Roma, 7 nov. (Apcom) - La Campania e la Lombardia risultano le regioni dove il virus dell'influenza A/H1N1 è più diffuso, mentre tra la popolazione sono più colpiti i bambini e gli adolescenti. Lo rileva il bollettino ufficiale del ministero della Salute. Le Regioni dove si registra la più ampia diffusione del virus sono la Campania con un incidenza dell'1,5 per cento e la Lombardia (1,3), seguite da Emilia Romagna, Marche e Lazio (1,1). I più colpiti sono bambini e adolescenti, da zero a 14 anni, con un'incidenza pari al 2,8 per cento dei casi in media (1,7 nei più piccoli da zero a 4 anni e 3 per cento dai 5 ai 14). Tra i giovani e gli adulti dai 15 ai64 anni l'incidenza dell'influenza è dello 0,5 per cento mentre tra persone dai 65 anni in su è lo 0,1 per cento. Secondo il quotidiano bollettino ufficiale del ministero della Salute, in base al dati del sistema di sorveglianza Influnet basato sui medici sentinella, i casi di influenza settimanali stimati sono circa 540mila. In totale dal 19 ottobre, giorno di avvio della sorveglianza Influnet, al 1 novembre, sono stimati 785 mila casi nel nostro Paese. Le Regioni hanno segnalato fino ad oggi al ministero 161 ricoveri in ospedale per complicanze di cui 75 che richiedono cure di alta specializzazione e assistenza respiratoria: una quota pari allo 0,014 per cento delle persone che hanno contratto l'influenza dall'inizio della pandemia. La percentuale delle vittime correlate all'influenza A è lo 0,0054 per cento dei malati contro lo 0,2 per cento dei decessi correlati alla normale influenza. Alle ore 17.00 del 7 novembre le vittime correlate alla nuova influenza A sono 29. Si tratta di casi accertati, per altri casi segnalati sono incorso ulteriori approfondimenti. Tutti i soggetti tranne uno, presentavano gravi patologie pregresse. Su 29 decessi accertati 11 si sono verificati in Campania, 5 in Lombardia, 3 in Emilia Romagna, 3 in Piemonte, 2 nel Lazio uno in Molise, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto. In Europea - fonte ECDC - si registrano in totale 389 decessi, di cui 154 in Gran Bretagna, 73 in Spagna, 49 in Francia. Nel mondo - fonte ECDC - il totale dei decessi registrati è 6394 di cui 1368 in Brasile, 1004 negli Usa e 593 in Argentina.

Gtu

© riproduzione riservata