Lunedì 09 Novembre 2009

Napolitano: Caduta muro Berlino segnò affermazione della libertà

Roma, 9 nov. (Apcom) - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, considera la caduta del Muro di Berlino "uno spartiacque nella storia mondiale ed europea" e, ricordandone il 20.mo anniversario, sottolinea che quel giorno "al pari del 9 maggio del 1945" segnò uno spartiacque della storia europea perché quel giorno si aprì la strada all'affermazione di diritti di libertà, già sanciti con l'adozione delle costituzioni nei paesi in cui fu sconfitto nazismo e fascismo". Tra i diritti inalienabili, Napolitano ha voluto ricordare "quello della libertà di espressione, sancito dall'articolo 21 della nostra Costituzione". Intanto prenderanno il via ufficialmente alle 15 di oggi dal ponte della "Bornholmer Strasse" - il primo passaggio di confine da cui i cittadini della Ddr iniziarono ad uscire verso Berlino ovest - le celebrazioni in occasione del ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino: la cancelliera Angela Merkel, esponenti dei movimenti per i diritti civili, testimoni dell'epoca, rappresentanti degli organi costituzionali, il sindaco di Berlino Klaus Wowereit, l'ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov e Lech Walesa, ex leader sindacale di Solidarnosc e Premio Nobel per la Pace, attraverseranno il ponte di Boesebruecke, fermandosi a metà percorso. Dopo gli interventi, alle 15,25 circa, è previsto il percorso commemorativo del tratto di confine lungo la linea della stazione ferroviaria della Bornholmer Strasse con inizio a partire dalla sala di ingresso prima di proseguire fino all'estremità ovest del ponte. Alle 17,25 è in programma l'arrivo dei capi di Stato e di governo e consorti alla Residenza Schloss Bellevue per un ricevimento ufficiale nel corso del quale vi sarà un breve intervento del Presidente federale Hoerst Koeler. Gli ospiti saranno accolti da un corteo di fiaccole accese. Alle 19 circa i capi di Stato e di governo si sposteranno alla Pariser Platz, davanti alla Porta di Brandeburgo, per assistere al concerto della Staatkapelle di Berlino e del Coro della Staatsoper diretta dal Maestro Daniel Barenboim. Al termine dell concerto, una mezz'ora dopo, gli ospiti attraverseranno la Porta di Brandeburgo e raggiungeranno Platz des 18 Maerz (Piazza 18 Marzo) dove sono in programma gli interventi della Cancelliera Angela Merkel, del sindaco di Berlino e dei rappresentanti dei quattro Ex Alleati. Alle 20 circa, nell'angolo nord est del vicino edificio del Reichstag, Lech Walesa e l'ex primo ministro ungherese Miklos Nemeth, che tanta parte ebbe nell'abbattimento del Muro, innescheranno la caduta a catena degli ultimi pezzi di muro. Alle 20,15 il Presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso e il Presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek faranno altrettanto con il tratto più lungo di muro a Potzdamer Platz. Alle 20,20 cadranno anche gli ultimi tratti di muro a Piazza 18 Marzo. Ultimo appuntamento in agenda di queste celebrazioni è alle 21,30 quando i capi di Stato e di governo si sposteranno alla Cancelleria federale per una cena ufficiale offerta dalla cancelliera Merkel e dal marito.

Gic/Sar

© riproduzione riservata