Sabato 14 Novembre 2009

Pil/ Riparte l'economia italiana ma il debito sale ancora

Roma, 14 nov. (Apcom) - L'economia italiana riparte dopo 15 mesi di caduta continua, mentre Francia e Germania, le locomotive dl'Europa mettono a segno modesti incrementi del pil grazie all'export e alla mano pubblica. Nel terzo trimestre del 2009 - secondo le stime preliminari dell'Istat - il Pil in Italia aumentato dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti (contro il -0,5% di aprile-giugno), segnando la prima crescita congiunturale dopo cinque trimestri di dati negativi. Nel confronto con lo stesso periodo dell'anno scorso, invece, il Pil è diminuito del 4,6%, dopo il -5,9% del secondo trimestre (dato rivisto leggermente al rialzo, era stato indicato a -6%). Sale però il debito pubblico e calano le entrate, secondo i dati della Banca d'Italia. A settembre il debito pubblico ha segnato ancora un record, salendo a quota 1.786,841 miliardi di euro, rispetto ai 1.757,496 miliardi di agosto. Le entrate, invece, sono scese nei primi nove mesi dell'anno. A settembre nelle casse dello Stato sono entrati 20,107 miliardi. Ad agosto le entrate erano state pari a 33,176 miliardi. A settembre del 2008 avevano toccato i 22,587 miliardi. Nei primi nove mesi il calo è stato del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2008.

Red/Kat

© riproduzione riservata