Sabato 14 Novembre 2009

Obama: gli Usa vogliono rafforzare i rapporti con la Cina

Tokyo, 14 nov. (Ap) - Gli Stati Uniti non si sentono minacciati da una Cina in ascesa e cercheranno di rafforzare i loro rapporti con Pechino, mantenendo strette relazioni anche con gli alleati tradizionali come il Giappone. E' quanto ha detto oggi il presidente americano Barack Obama, in un discorso di 40 minuti tenuto oggi alla Suntory Hall di Tokyo prima di partire per Singapore. "Apprezziamo gli sforzi della Cina per svolgere un ruolo maggiore sullo scenario mondiale", ha affermato Obama. "Una Cina potente e ricca può essere una forza per la comunità internazionale", ha aggiunto. "In un mondo interconnesso - ha spiegato il presidente Usa - il potere non deve essere un gioco a somma zero, e le nazioni non devono temere il successo delle altre". Obama, che si è definito il "primo presidente americano del Pacifico" considerati i suoi trascorsi in Indonesia e alle Hawaii (ma Nixon e Reagan erano californiani), ha anche esortato la Corea del Nord a tornare al tavolo del negoziato per risolvere la crisi legata al suo programma atomico, e ha invitato la giunta militare al potere in Birmania a liberare tutto i detenuti politici, inclusa la leader dell'opposizione democratica Aung San Suu Kyi. Obama è partito poi da Tokyo diretto a Singapore, seconda tappa del suo tour asiatico di nove giorni, dove parteciperà al vertice dell'Apec (Cooperazione economica Asia-Pacifico). Al termine del vertice il presidente Usa si recherà in Cina e in Corea del Sud.

Plg

© riproduzione riservata