Sabato 14 Novembre 2009

Cibo e sesso, la passione di coppia si 'accende' ai fornelli

Roma, 14 nov. (Apcom) - Mousse "mangiami" a base granchio e avocado, come primo le "farfalle nello stomaco" con tanto zafferano, poi le "intriganti scaloppine" spolverate di tartufo e per finire "baci di cioccolato". Questa le ricette della "cenetta" ideale proposta dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia, Sigo, per stimolare il desiderio con un occhio alla salvaguardia della fertilità. Sono scelte fra i 30 piatti selezionati per il libro "Cibo e sesso" (Intermedia editore) realizzato dalla Sigo nell`ambito del progetto "Scegli tu", nato per spiegare come sia possibile accendere la passione e salvaguardare la fertilità. Tra gli alimenti "hot" oltre a peperoncino e molluschi, raccomandati gli asparagi, la rucola, i fichi, il miele. Da bocciare invece i troppi conservanti, gli zuccheri raffinati e i grassi saturi. Ma occhio anche ad alcool e caffè e soprattutto alle dosi: l`eccessiva quantità stronca l`eros, così come il fast food. "Gli alimenti conservati e mangiare troppo velocemente provocano un`intensa eccitazione cerebrale - spiega Alessandra Graziottin, direttore del centro di ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano - che però è paradossalmente dannosa per la libido: aumenta infatti l`irritabilità. Non a caso oggi si assiste ad un fenomeno nuovo, l`ansia da prestazione femminile: ne soffre l`11% delle donne sessualmente attive. Attenzione quindi non solo a cosa si mangia ma anche a come". Esiste un grande interesse per le virtù afrodisiache degli alimenti, scarsissimo invece per le implicazioni della dieta sulla salute, in particolare quella riproduttiva. In base ad un sondaggio condotto dalla Sigo nell`ottobre 2009 su 650 italiane, ben il 73% sottovaluta il rapporto tra alimentazione ed eros. Allo stesso modo, sono poco considerati altri fattori favorenti, come il sonno o la pillola contraccettiva: appena il 15% la ritiene alleata per la maternità futura, solo una su cinque (21%) "amica" della passione. "La contraccezione sicura è invece determinante per mantenere protetto e funzionante nel tempo il nostro apparato riproduttivo - afferma Giorgio Vittori, presidente della Sigo - così come la corretta dieta. I disturbi alimentari sono presenti nel 7,6% delle pazienti sub-fertili e nel 58% delle donne che presentano amenorrea o mancata ovulazione". Il libro, presentato ieri a Roma, è disponibile gratuitamente rivolgendosi all`editore o alla Società scientifica, può essere scaricato dal sito www.sceglitu.it ed è reso possibile grazie ad un contributo di Bayer Schering Pharma. (segue)

Apa

© riproduzione riservata