Lunedì 16 Novembre 2009

Fao/ Ban Ki Moon : Oggi moriranno di fame più di 17mila bambini

Roma, 16 nov. (Apcom) - "Oltre 17mila bambini moriranno oggi di fame: uno ogni cinque secondi, 6 milioni in un anno". Lo ha fatto notare il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon, intervenendo al vertice Fao sulla sicurezza alimentare che si è aperto stamattina a Roma. "Il mondo ha cibo più che sufficiente" ha osservato Ban, "e nonostante questo oltre un miliardo di persone sono affamate. Questo è inaccettabile". "Ieri ho digiunato, non è stato facile" ha proseguito il diplomatico sudcoreano, che ha aderito all'appello del direttore generale della Fao Jacques Diouf per una giornata di sciopero della fame alla vigilia del summit. "Per troppe persone - ha detto ancora Ban - vivere senza cibo è una realtà quotidiana". Per il numero uno dell'Onu, "la crisi alimentare odierna è un campanello d'allarme per il domani". "Entro il 2050 il nostro pianeta ospiterà 9,1 miliardi di persone, oltre 2 miliardi più di adesso" ha ricordato Ban. "Mentre la popolazione mondiale sta crescendo, cambiano le condizioni climatiche e sappiamo che entro il 2050 avremo bisogno di oltre il 70 percento di cibo in più". Nell'ultimo anno, ha riconosciuto il segretario generale dell'Onu, c'è stato "qualche progresso". In un messaggio inviato al summit, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha sollecitato i paesi più ricchi ad un rinnovato impegno contro la fame. "E' tempo di un rinnovato impegno da parte della comunità internazionale, specie dei paesi più ricchi, per sconfiggere la povertà e per porre le basi di uno sviluppo sostenibile e diffuso". Ed il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, nel breve indirizzo di saluto, ha ricordato come con il fondo da 20 miliardi di dollari istituito al G8 dell'Aquila "siamo passati dalle parole ai fatti".

Red/Kat

© riproduzione riservata