Giovedì 03 Dicembre 2009

Spazio/ Colonia batterica marziana su meteorite Antartide

Roma, 3 dic. (Apcom) - L'invasione aliena - seppur postuma - è già iniziata 13mila anni fa: esaminato al microscopio elettronico, un meteorite caduto nell'Antartide e proveniente da Marte mostra tracce di quella che sembra una colonia batterica fossile, frutto, secondo i nuovi studi della Nasa, non di contaminazione terrestre ma "indigeni" del Pianeta Rosso. Come riporta il quotidiano britannico The Daily Telegraph, il meteorite venne portato alla luce già 13 anni fa: allora tuttavia non erano disponibili i microscopi elettronici ad alta definizioni utilizzati nelle ultime analisi, il che aveva portato gli scienziati a concludere che la presenza batterica era dovuta a una contaminazione successiva all'impatto. A far cambiare idea ai ricercatori è la presenza di piccili cristalli di magnetite e dischi carbonati all'interno della roccia, all'origine di "proprietà fisiche e chimiche poco usuali": traccia di un'interazione con l'acqua su Marte risalente a 3,5 miliardi di anni fa.

Mgi

© riproduzione riservata