Giovedì 03 Dicembre 2009

Giustizia/Fini:Pm deve rimanere nell'alveo del potere giudiziario

Rimini, 3 dic. (Apcom) - Le riforme sulla "separazione delle carriere, giudicanti e requirenti, non potranno avvenire a discapito dell'autonomia e dell'indipendenza del pubblico ministero, il quale deve rimanere incardinato nell'ambito del potere giudiziario". Lo dice il presidente della Camera, Gianfranco Fini, inaugurando il Salone della giustizia oggi a Rimini. Fini, nel suo breve intervento, parla anche delle "riforme che dovranno ovviamente riguardare anche il sistema di progressione in carriera dei magistrati, nell'ottica - spiega - di ridurre gli automatismi legati alla mera anzianità e di favorire la meritocrazia".

Gic/Lux

© riproduzione riservata