Giovedì 03 Dicembre 2009

Anziana 92enne intesta patrimonio da 10mln a suo gatto Tommasino

Roma, 3 dic. (Apcom) - Una villa all'Olgiata, due appartamenti a Roma e Milano, conti correnti bancari e alcuni terreni in Calabria. Non è l'elenco dei beni sequestrati a una cosca mafiosa ma parte del lascito che Maria Assunta, classe 1917, senza figli, originaria di Potenza ma da decenni abitante a Roma, ha deciso di affidare a 'Tommasino', che non è suo figlio ma il suo amato gatto, trovato abbandonato appena nato vicino a un cassonetto dell'immondizia. Il testamento olografo della 92enne, del quale sono nominati esecutori testamentari gli avvocati Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, parla chiaro: viene istituito un legato a favore della persona, fisica o giuridica, o dell'associazione animalista che sarà individuata dagli esecutori testamentari, che diventerà erede dell'ingente patrimonio con il perentorio onere di occuparsi del gatto Tommaso. Alla morte di questo, l'erede dovrà occuparsi degli altri animali abbandonati utilizzando un patrimonio stimabile intorno ai 10 milioni di euro. Intanto, Maria Assunta non ha nessuna intenzione di passare a miglior vita. Gode, fanno sapere i legali, di ottima salute.

Gtz

© riproduzione riservata