Mercoledì 23 Dicembre 2009

Berlusconi/ Schifani: Gesto violenza ha fatto soffrire italiani

Roma, 23 dic. (Apcom) - L'aggressione del 13 dicembre a Silvio Berlusconi in piazza Duomo lo ha "turbato". Il presidente del Senato, Renato Schifani, lo confida in una intervista al Fatto del giorno su Raidue. "Innanzitutto - racconta - sono stato particolarmente turbato da quel gesto di violenza, di un cittadino spinto da un odio tale a lanciare un oggetto contro il presidente del Consiglio non sapendo le conseguenze perché poteva ipoteticamente anche uccidere. E se avesse colpito la testa?". "Mi ha turbato - dice ancora la seconda carica dello Stato - la violenza del gesto al di là dell'immagine del presidente del Consiglio pieno di sangue, un'immagine che ha girato tutto il mondo, che ha fatto soffrire tutti gli italiani. E questo senza distinzione di sorta perché dinanzi a quel gesto ho trovato, anche in questa occasione, un Paese che sa trovare la propria coesione nella logica della solidarietà nei confronti di una persona che è stata vittima ingiusta di un'aggressione". "Credo - precisa Schifani - che questo gesto di violenza sia quello che abbia fatto soffrire di più il presidente del Consiglio, che sono andato a trovare l'indomani. All'Ospedale San Raffaele ho trovato un uomo che soffriva non tanto per il dolore fisico quanto per il fatto che il suo aggressore aveva dichiarato che il suo gesto nasceva dalla convinzione che Berlusconi lavorava per rovinare il Paese. Berlusconi mi ha detto - conclude il presidente del Senato - 'io sto cercando di fare il massimo per il bene del Paese. Posso a volte anche sbagliare ma lavoro per il bene del Paese. Pensare che io lavori contro il Paese mi fa male'".

Red/Bar

© riproduzione riservata