Lunedì 28 Dicembre 2009

Arabia saudita/ Inondazioni a Gedda: quaranta nuovi arresti

Gedda, 28 dic. (Apcom) - Altri quaranta fra amministratori civili e imprenditori circa sono finiti in manette nell'ambito di una inchiesta sulle inondazioni che il 25 novembre scorso a Gedda, nell'ovest dell'Arabia saudita, hanno provocato la morte di 120 persone. Lo ha riportato oggi il quotidiano saudita Gazette precisando che otto funzionari municipali della città portuale, fra cui un assistente del sindaco, quattro capi di dipartimento e un ex responsabile dei progetti, sono stati arrestati ieri. I quaranta si aggiungono ad una trentina di consulenti, imprenditori e responsabili già arrestati e convocati dalla connessione di inchiesta formata su ordine di re Abdallah ben Abdel Aziz e presieduta dal principe Khaled al-Faycal, il potente governatore della Mecca. Oltre ai 120 morti, le inondazioni di novembre hanno provocato anche ingenti danni materiali e 40 persone risultano ancora disperse. Il disastro ha suscitato ondate di profonda indignazione contro le autorità, in particolare su internet. Le autorità sono state accusate e di non aver dotato la seconda città saudita di una rete di drenaggio delle acque piovane. Re Abdallah ha promesso di punire i responsabili. (con fonte Afp) Ihr 281054 dic 09

MAZ

© riproduzione riservata