Sabato 06 Febbraio 2010

Quirinale/ Ridotte le spese, tagli per oltre 3 mln nel 2010

Roma, 6 feb. (Apcom) - Ridotto il fabbisogno del Quirinale per il 2010, con spese ridotte per oltre tre milioni di euro. Un risultato che conferma il trend avviato da qualche anno. E' quanto risulta dalla 'Nota illustrativa del bilancio di previsione dell'amministrazione della Presidenza della Repubblica per il 2010', firmata dal segretario generale Donato Marra. La richiesta di dotazione a carico del bilancio dello Stato è pari a 228 milioni di euro: per la prima volta si riduce di 3.217.000 euro la dotazione rispetto a quella dell'anno precedente, un risultato che "va ben al di là dell'impegno assunto in sede di predisposizione del bilancio pluriennale dello Stato per il 2009-2011". Anche grazie al blocco del turn over, il personale è stato ridotto di 302 unità. E il trend di contenimento delle spese, anche per "fronteggiare gli effetti della crisi economica in atto", andrà avanti: si è stabilito, infatti, anche per il triennio 2010-2012 di non procedere ad alcun adeguamento della dotazione al tasso di inflazione programmato. Fino al 2012 quindi la dotazione si manterrà sostanzialmente allo stesso livello del 2008, con "un risparmio complessivo di circa 6 milioni e mezzo di euro rispetto agli stanziamenti a suo tempo stabiliti dal bilancio pluriennale dello Stato per il triennio 2009-2011". Si tratta di risultati, spiega il Quirinale, resi possibili dalla "progressiva entrata a regime delle misure di contenimento della spesa e di razionalizzazione delle strutture amministrative e delle procedure contabili approvate nel corso del 2007 e del 2008" e dal completamento nel 2009 del processo di riforma dei servizi e degli uffici del Segretariato generale. "Si sono così adempiuti tutti i più significativi impegni assunti all'inizio del settennato e preannunciati con la prima nota illustrativa del bilancio di previsione per il 2007".

Arc

© riproduzione riservata