Sabato 06 Febbraio 2010

G7/ Dopo tensioni Borse conti eurozona, in Canada vertice Finanze

Roma, 6 feb. (Apcom) - L'ondata di cadute che ha appena investito i mercati mondiali, innescate anche dai timori sul deterioramento delle finanze pubbliche di diversi paesi dell'area euro, ha inevitabilmente creato un tema di primo piano al G7 finanziario. Da ieri sera i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali dei sette maggiori paesi avanzati sono riuniti a Iqaluit, in Canada, una cittadina di settimila anime ad appena 817 chilometri dal Polo Nord. Oggi a tirare le somme del vertice sarà il ministro canadese Jim Flaherty, con una conferenza stampa attesa alle 18 e 15 italiane. Ma oltre al ritorno di accentuata volatilità delle Borse, ci sono diverse tematiche più strutturali che potrebbero essere oggetto di confronto e analisi tra le delegazioni. Tra i temi elencati dalla presidenza canadese, un posto di primo piano spetta alle riforme del settore finanziario, e proprio in quest'ambito i piani sul sistema bancario, annunciati dal presidente Usa Barack Obama, potrebbero essere toccati dal titolare del Tesoro, Timothy Geithner. Per l'Italia sono presenti il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti e il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi. Resta inoltre il problema della perdurante incertezza che grava sulle prospettive di ripresa economica, più volte sottolineato dal presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, tra i partecipanti al vertice, e ancor più quello di una disoccupazione che continua ad aumentare. Su quest'ultimo fronte, così come sulle Borse, segnali incoraggianti sono giunti venerdì scorso dagli Usa. A gennaio il numero di posti persi, 20.000, è stato superiore alle attese, ma comunque il più limitato dall'inizio della crisi, e il tasso di disoccupazione ha segnato una inattesa moderazione al 9,7 per cento. E se in Europa le Borse hanno continuato a subire forti cali, a Wall Street i listini hanno invertito la rotta in prossimità delle battute finali, chiudendo la seduta con moderato recupero.

Voz

© riproduzione riservata