Giovedì 25 Febbraio 2010

Iran/ Siria, Asse con Teheran: sì a nucleare iraniano -punto

Damasco, 25 feb. (Apcom) - I legami tra Damasco e Teheran sono più forti che mai e gli Stati Uniti, che ne chiedono la rottura, non possono che rassegnarsi di fronte a "un'amicizia solida" che nessuna delle due parti intende interrompere. "Sono stupito che (gli Usa) chiedono ai due paesi di allontanarsi l'uno dall'altro (...) abbiamo bisogno di rafforzare maggiormente le relazioni se l'obiettivo è davvero la stabilità", ha spiegato il presidente siriano Bashar al Assad in occasione della visita in Siria del suo omologo iraniano Mahmoud Ahmadinejad. "Auspichiamo che gli altri non ci diano lezioni sui rapporti nella nostra regione. Proibire a uno stato indipendente il diritto all'arricchimento (dell'uranio) solleva un nuovo processo colonialista nella regione", ha aggiunto il capo dello Stato. E' un doppio diniego, dunque, quello che Damasco oppone alle richieste degli Stati Uniti. Nessuna interruzione delle relazioni bilaterali con Teheran; convinto sostegno al diritto di Iran di sviluppare un proprio programma nucleare per scopi pacifici. Una risposta prevedibile all'invito avanzato dal segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, che aveva chiesto alla Siria di cominciare ad allontanarsi dall'Iran. Quanto alla "resistenza nella regione" mediorientale, in particolare al movimento sciita libanese Hezbollah e al gruppo islamico palestinese Hamas, Assad ha spiegato che con Ahmadinejah "sono stati evocati i modi per sostenerla". "Sostenere la resistenza è un obbligo morale, patriottico e legale", ha insistito il capo dello Stato siriano mentre il presidente iraniano, a poche ore dai previsti incontri del presidente iraniano con alcuni rappresentanti di Hezbollah e Hamas. "Le relazioni tra la Siria e l'Iran sono fraterne, profonde, solide e perenni", ha confermato da parte sua Ahmadinejad. "Nessun elemento può recarvi danno", ha aggiunto il presidente, che ha rivolto nuove minacce a Israele: "è in via di sparizione", ha detto. "Se l'entità sionista intende ripetere gli errori del passato, la sua morte p inevitabile". (fonte afp)

Coa

© riproduzione riservata