Mercoledì 17 Marzo 2010

Moto/ Rossi: Yamaha il massimo, in Ducati sarebbero felici tifosi

Roma, 17 mar. (Apcom) - Valentino Rossi ha assicurato che al momento di scegliere il team per il quale correre nel Motomondiale dal 2011, cercherà di lasciare fuori qualsiasi aspetto emotivo, con l'intenzione di prendere in considerazione esclusivamente gli aspetti tecnici. In una intervista rilasciata a Motosprint, il campione del mondo della classe MotoGp ha lasciato intendere di essere tentato dall'avventura tutta italiana in Ducati, ma di trovarsi benissimo in Yamaha. "Se sei dell'idea di cambiare, devi cercare una situazione che porti un miglioramento, quindi per me al momento è difficilissimo immaginare qualcosa di meglio della Yamaha", ha detto Rossi. "Sarebbe molto bello andare in Ducati, per esempio, perché è un'azienda italiana e i tifosi sarebbero molto felici, ma queste decisioni non si possono prendere solo per ragioni sentimentali. Devi pensare anche che lì vai a lavorare". Rossi ha quindi confermato di voler correre "al massimo" in MotoGp per almeno "altre tre stagioni", perché "guidare una moto è la cosa che più mi piace". La presenza dello spagnolo Jorge Lorenzo, ovvero uno dei suoi più agguerriti rivali nella lotta per il titolo, da due anni in Yamaha, rappresenta per Rossi un grande stimolo. "Jorge è molto simile a me, mentre Casey Stoner è diverso", spiega Rossi. "Lorenzo è bravissimo nei sorpassi, ha il mio stesso approccio quando si tratta di lottare. E lottare con lui a me piace di più. Perché lui non si tira mai indietro. stoner è un pilota più istintivo, bravissimo ad andare subito al massimo in qualsiasi situazione".

CAW

© riproduzione riservata