Mercoledì 05 Maggio 2010

Gb/ Elezioni, Blair critica Liberal-Democratici

Roma, 5 mag. (Apcom) - Nessun voto tattico a favore dei Liberal-Democratici, che rappresentano "la vecchia politica travestita da nuova": alla vigilia delle elezioni politiche britanniche, l'ex premier laburista Tony Blair invita gli elettori a "votare il partito nel quale credono" e attacca duramente la formazione di Nick Clegg. "I Liberal-democratici non stanno certo andando in giro a dire 'votate laburista', ma cercano di portarci via dei seggi", spiega l'ex premier, intervistato dal quotidiano britannico The Guardian: gli elettori dovrebbero piuttosto ricordare i risultati della gestione laburista, che Blair ha guidato per dieci dei tredici anni passati a Downing Street. I Tories sono tornati ad una scelta "falsa e fuori dal tempo" tra "governo potente" e "società potente": "Nessuno vuole uno Stato troppo invadente, ma i Conservatori sembrano suggerire che il governo non abbia alcun ruolo da svolgere. La questione per gli elettori è decidere se i Tories siano veramente cambiati: ma se guardiamo al partito così com'è oggi, sarebbe un ritorno al passato". Quanto ai Lib-Dem, "dire: 'non sono come gli altri due, rappresento la nuova politica' è il più vecchio trucco del manuale della politica, ma se la nuova politica non ha alcuna idea, non vale nulla": certo, secondo Blair, l'idea non può essere quella della riforma elettorale, "che è ridicolo definire la causa simbolo del progressismo".

Mgi

© riproduzione riservata