Giovedì 06 Maggio 2010

Rom 'schedati' su linea Fs Roma Tiburtina-Avezzano, è polemica

Roma, 6 mag. (Apcom) - Sospendere immediatamente la prassi per cui sulla linea Fs Roma Tiburtina-Avvezzano ai ferrovieri in servizio sarebbero consegnati dei moduli sui quali schedare i rom che salgono su quei treni. Lo chiede il senatore Pietro Marcenaro (Pd), presidente della commissione per i Diritti umani di Palazzo Madama, facendo riferimento al caso denunciato oggi in un articolo su La Repubblica, secondo il quale controllori e capotreni sulla linea incriminata avrebbero il compito di segnalare e contare "eventuali passeggeri di etnia rom" che salgono e scendono dal treno alla fermata di Salone, tra Roma Tiburtina e Avezzano, compilando un modulo prestampato di Trenitalia, secondo l'azienda però mai in pratica utilizzato. "Ogni giorno in materia di diritti umani c'è una novità" commenta Marcenaro, sottolineando l'assurdità di una richiesta che non riguarda "i passeggeri che non hanno pagato il biglietto o che disturbano gli altri o che sporcano le carrozze" ma i Rom. "E' una notizia - prosegue - alle quale si fa fatica a credere, talmente grave e stupido è il modo di pensare e di agire che mette in luce. Spero che chi in Trenitalia ne sia responsabile abbia già preso i provvedimenti necessari per far cessare questa assurdità. Se non l'avesse ancora fatto - conclude il presidente della Commissione Diritti Umani - chiedo che lo faccia immediatamente e suggerisco che quelli che hanno avuto questa brillante idea vengano iscritti ad un corso di educazione civica".

Red/Apa

© riproduzione riservata