Lunedì 07 Giugno 2010

Borsa/ Europa e Wall Street tornano a calare, euro resta debole

Roma, 7 giu. (Apcom) - Le Borse europee tornano ad accentuare i ribassi, mentre a Wall Street, dopo un tentativo di lieve recupero in apertura, i maggiori indici perdono slancio e si riportano in territorio negativo. A tarda seduta a Milano il Footsie-Mib cede lo 0,73 per cento. Torna ad indebolirsi anche l'euro, a 1,1938 dollari nel pomeriggio mentre stamattina era sceso fin sotto quota 1,19. A pesare sono prospettive di ripresa indebolite negli Usa, dopo dati venerdì scorso meno solidi del previsto dal mercato del lavoro, ma anche l'allarme sui conti pubblici lanciato dall'Ungheria, poi in parte ritirato, in cui alcuni esponenti del governo avevano anche fatto improvvidi paragoni con il caso Grecia. Londra segna un meno 1.09 per cento, Parigi meno 1,50 per cento, Francoforte meno 0,88 per cento. Pesante Atene che ha chiuso al meno 5,45 per cento. Oggi a deprimere gli animi ha contribuito anche la Germania, che ha annunciato una manovra di austerità di bilancio pluriennale, con cui conta di risparmiare 80 miliardi di euro da qui al 2014. Migliori del previsto, invece, i dati sugli ordini dell'industria: ad aprile hanno senato un nuovo e inatteso balzo. A wall Street il Dow Jones, che venerdì era caduto del 3,15 per cento di nuovo sotto la soglia dei 10mila punti, cede lo 0,34 per cento, il Nasdaq cala dello 0,72 per cento.

Voz

© riproduzione riservata