Mercoledì 16 Giugno 2010

Spagna/Ok a decreto riforma mercato lavoro ma dubbi su convalida

Roma, 16 giu. (Apcom) - Il governo spagnolo ha approvato il testo del decreto sulla riforma del mercato del lavoro, dopo il mancato accordo con le parti sociali che costringerà il provvedimento a superare lo scoglio del voto parlamentare. Un voto che, come spiega il quotidiano spagnolo El Pais, si preannuncia rischioso dato che l'esecutivo del premier socialista José Luis Rodriguez Zapatero non ha al momento ottenuto nessun appoggio esplicito dai vari gruppi parlamentari all'ultimo testo presentato: neppure quello dei gruppi più moderati come nazionalisti catalani e baschi, in principio pur favorevoli al progetto. La trattativa tra governo, sindacati e confindustria era approdata la settimana scorsa ad un nulla di fatto, nonostante una maratona negoziale di undici ore: principale ostacolo si è rivelata la regolamentazione dei licenziamenti e i relativi indennizzi. A meno di sorprese dell'ultima ora - il testo non è ora più modificabile - Zapatero arriverà dunque al voto fissato al 22 giugno con un margine piuttosto ristretto: in caso di bocciatura il decreto - entrato in vigore nel momento della sua approvazione da parte del governo - decadrebbe immediatamente ma la sconfitta politica per l'esecutivo sarebbe tale da non escludere la fine anticipata della legislatura.

Mgi

© riproduzione riservata