Giovedì 17 Giugno 2010

Manovra/ 23/06 sindaci in rivolta, Alemanno: anche centrodestra

Roma, 17 giu. (Apcom) - Il 23 giugno i sindaci scenderanno in piazza per manifestare contro la manovra economica varata dal governo. Anche quelli del centrodestra, se la manovra non cambierà. I primi cittadini, ha annunciato durante il direttivo dell'associazione il presidente dell'Anci Sergio Chiamparino, andranno, "con la fascia tricolore davanti al Senato in concomitanza con la seduta della Conferenza Stato-città che deve discutere sulle proposte di modifica alla manovra. E se la manovra dovesse rimanere la stessa, ha assicurato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ci saranno anche i sindaci di centrodestra: "Se non ci sono risposte garantisco la partecipazione dei sindaci di centrodestra", ha sottolineato Alemanno. La manovra varata dal governo "mette le mani in tasca ai cittadini". Ad affermarlo il vicepresidente dell'Anci e sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, durante il comitato direttivo. "Saremo costretti a mettere le mani in tasca ai cittadini per mantenere i servizi - ha detto Delrio - o rappresentiamo oggi questa drammatica situazione adesso" oppure poi i Comuni si troveranno con il cerino in mano: "Ma non saranno le nostre mani, saranno le loro", ha sottolineato Delrio, riferendosi al governo. Se la manovra non cambia e i tagli non saranno redistribuiti in maniera proporzionale, "saremo costretti a aumentare le tariffe tra cui quelle dei trasporti pubblici, degli asili nido, la tariffa dei rifiuti. Altrimenti dovremo chiudere scuole e ridurre le linee degli autobus", ha concluso.

Cos

© riproduzione riservata