Lunedì 09 Agosto 2010

Critiche a vacanze Michelle Obama, democratici le fanno scudo

New York, 9 ago. (Apcom) - Vacanze reali per la first lady statunitense Michelle Obama, forse anche troppo. I cinque giorni a Maiorca della signora Obama e della figlia Sasha hanno dato il via a critiche e polemiche negli Stati Uniti, soprattutto per quanto riguarda i costi: si parla di circa 200.000 dollari. I tabloid si sono subito scatenati, puntando il dito contro la first lady. "Troppe spese", l'accusa lanciata, "è come Maria Antonietta". In molti hanno additato il viaggio come un messaggio sbagliato, specie in un momento in cui molti americani sono senza lavoro. In difesa di Michelle Obama è sceso in campo anche il segretario del partito democratico Tim Kaine, spiegando che gli accusatori stanno cercando di politicizzare e strumentalizzare la vicenda. In una intervista al canale televisivo Nbc, Kaine ha detto che "è sbagliato" criticare così il suo viaggio. "E' una mamma", ha aggiunto spiegando che questa era un'opportunità di portare la figlia di nove anni in una parte del mondo che non aveva mai visto prima. Secondo Kaine oltretutto il presidente Barack Obama e la moglie Michelle "cercano di essere bravi genitori". Michelle Obama è rientrata alla Casa Bianca domenica sera a bordo dell'Air Force Two, dopo aver pranzato con il re di Spagna Juan Carlos, la regina Sofia e la principessa Letizia nella residenza estiva della famiglia reale, a Palma de Maiorca.

Emc-And

© riproduzione riservata