Sabato 28 Agosto 2010

Giustizia/ Palamara(Anm): Grave perdere tempo col processo breve

Roma, 28 ago. (Apcom) - E' "grave" e "non tollerabile" che il Governo "perda tempo" con il provvedimento sul processo breve mentre il sistema della giustizia è al collasso. Lo afferma il presidente dell'Anm Luca Palamara, commentando l'intervista del ministro Angelino Alfano al Corriere della Sera. "E` grave e non più tollerabile che in un momento nel quale la giustizia è al collasso e si verificano allarmanti episodi di violenza e minacce si continui a perdere tempo con disegni di legge come quello sul processo breve che nulla ha a che vedere con l`esigenza di affrontare le vere priorità del sistema giustizia e con l`urgenza di contrastare più efficacemente la criminalità organizzata". "Il governo - dice Palamara - non può non farsi carico delle reali emergenze che oggi sono rappresentate dalla corruzione, dalla criminalità organizzata, dalla situazione carceraria, dalla carenza di mezzi e risorse, dalla necessità di informatizzare e snellire le procedure". Aggiunge Palamara: "L`Anm, che rappresenta la quasi totalità dei magistrati italiani, piaccia o non piaccia al ministro Alfano, è stata, è e sarà interlocutore ineludibile di ogni governo e, nell`interesse di tutti i cittadini, continuerà a formulare proposte serie, concrete e precise. Se è vero che il ministro Alfano vuole parlare direttamente con i capi degli uffici giudiziari, non si faccia sfuggire l`occasione di partecipare all`assemblea convocata a Reggio Calabria per il prossimo 7 settembre, per sapere da loro se effettivamente la priorità è costituita dal processo breve o, invece, dalle drammatiche situazioni in cui quegli stessi uffici si trovano".

Red/Adm

© riproduzione riservata