Domenica 29 Agosto 2010

Calcio/E' arrivato Ibrahimovic: Al Milan per scudetto e Champions

Roma, 29 ago. (Apcom) - E' atterrato poco dopo le ore 15.30 a Linate l'aereo privato che ha riportato in Italia l'attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic. Il giocatore, che il Milan ha appena acquistato dal Barcellona, è arrivato a Milano accompagnato dal vicepresidente rossonero Adriano Galliani e dal suo procuratore Mino Raiola. "Il Milan ha fatto un grande affare", ha detto Ibrahimovic a Sky appena sceso dall'aereo. "Sono venuto qui per vincere tutto e non me ne vado finché non ci riesco. Oggi siamo i più forti in Italia e forse nel mondo. L'attacco con Ranaldinho è Pato è fantastico, ci sono anche Borriello e Inzaghi, ma è tutta la squadra che è molto forte. Di certo c'é che i tifosi rossoneri si divertiranno molto". Ibra torna in Italia dopo una sola, difficile stagione al Barcellona, segnata dal cattivo rapporto con l'allenatore Pep Guardiola. "Non pensavo che la situazione col 'filosofo' (Guardiola) fosse così grave, ma la vita è anche questa", ha detto lo svedese. "Quando ho sentito dell'interesse del Milan mi sono molto emozionato, questo è un club come ce ne sono pochi altri. Ora finalmente sono qua e posso pensare solo a giocare. Mi dispiace non esserci stasera contro il Lecce, ho tanta voglia e motivazione, ma la squadra farà bene anche senza di me". Ibrahimovic al Milan ha detto subito si: "Io sono sempre stato per le scelte semplici, poi era una questione fra i due club. La riunione con Galliani è stata decisiva, poi ho parlato anche con il grande presidente Silvio Berluscono, cose semplici, mi ha dato il benvenuto e invitato a cena, ma anche con l'allenatore". Lo svedese, che ancora non ha scelto il numero della maglia, non si cura troppo della reazione dei suoi ex tifosi dell'Inter. "Hanno altre cose a cui pensare", ha detto. "A quella maglia mi legeheranno sempre grandi ricordi, loro mi hanno dato tanto e io ho dato tanto, abbiamo vinto insieme, ma quello ora è il passato, come lo era la Juventus". Ibrahimovic ha firmato un quadriennale. "Sono qui per restare a lungo, anche se, come abbiamo visto appena adesso, le cose nel calcio possono anche cambiare in fretta".

CAW

© riproduzione riservata