Mercoledì 08 Settembre 2010

Governo/ Bossi: contro governo tecnico portiamo a Roma 10 milioni

Roma, 8 set. (Apcom) - Contro un eventuale governo tecnico, la Lega e Silvio Berlusconi potrebbero "portare 10 milioni di persone a Roma". Lo dice Umberto Bossi, spiega che le elezioni sarebbero inevitabili in caso di dimissioni del premier o di un voto di sfiducia al Governo in Parlamento. E aggiunge "Le forze politiche hanno una massa d'urto. Pensate se io e Berlusconi portassimo 10 milioni di persone a Roma...". Le elezioni anticipate sono l'unica "via d'uscita", e "dipendono da Berlusconi: se le vuole si fanno" dice Bossi. Come? "Sono possibili le dimissioni di Berlusconi, o un voto di sfiducia da parte della Lega. Ci sono anche queste due possibilità". Ai cronisti che gli chiedono come sia possibile giustificare con l'elettorato un voto di sfiducia del Carroccio, Bossi replica: "I nostri elettori, a differenza di quello che dice Fini, sono padani e vogliono la Padania libera. Del resto non si preoccupano".

ReaAqu

© riproduzione riservata