Mercoledì 22 Settembre 2010

Allarme negli Usa: Al Qaida cerca terroristi già residenti

New York, 22 set. (Apcom) - La possibilità che cellule terroristiche al di fuori degli Stati Uniti possano cercare l'aiuto di estremisti residenti nel Paese è un problema crescente per il Governo. Tale minaccia nell'ultimo anno ha reso più complessa la lotta al terrorismo, aumentando la difficoltà di prevedere e sventare possibili attacchi, come ha spiegato Michael Leiter, direttore del National Counterterrorism Center. "Gruppi affiliati ad Al Qaida stanno prendendo di mira gli Stati Uniti, cercando di utilizzare americani o occidentali in grado di eludere le sempre più rigide misure di sicurezza", come ha spiegato il direttore dell'Fbi Robert Mueller durante la testimonianza alla commissione sicurezza nazionale del Senato. "Ci sono attività più diversificate e da parte di gruppi diversi", come se Al Qaida facesse da ispirazione ad altri, ha detto il segretario alla Sicurezza Nazionale Janet Napolitano. Secondo Leiter, Al Qaida in Pakistan quest'anno ha raggiunto il livello più basso dal punto di vista organizzativo, ma rimane un nemico temibile. "La minaccia continua a rimanere reale", come ha detto il senatore indipendente del Connecticut, Joe Lieberman, presidente della commissione.

Zap-Emc

© riproduzione riservata